Lago

di seguito l’elenco diviso per regione
qualsiasi indicazione da parte vostra è ben gradita

Quando si parla di Lago, si fa riferimento ad uno specchio d’acqua principalmente dolce, che viene raccolta in quelle che sono considerate delle cavità terrestri. Per l’uomo, il lago è molto importante poiché rappresenta una riserva d’acqua utile per diverse attività: infatti, mediante l’utilizzo dell’acqua dolce raccolta nel bacino, è possibile produrre energia elettrica e irrigare i campi. Contrariamente a quanto si pensa, l’acqua all’interno di un lago è tutto, fuorché statica. Oltre alla presenza di immissari ed emissari che talvolta provocano delle correnti, è possibile che si verifichino anche piccole onde o gorghi dovuti ad agenti esterni come ad esempio il soffio del vento sulla superficie dell’acqua. Periodicamente, poi, in ogni tipo di lago, si verificano degli spostamenti d’acqua, comunemente denominati “sesse“. Esistono veramente svariate tipologie di lago, diversificate anche in base alle origini dello specchio d’acqua, come ad esempio: lago di origine alluvionale, glaciale, vulcanico, lacustre, e veramente tanti altri, fino ad arrivare anche a quelli artificiali, nati proprio tramite l’intervento dell’uomo. Alcuni specchi d’acqua invece, vengono diversificati e classificati in base al variare delle condizioni climatiche e alle proprietà termiche racchiuse in essi. Tra questi ritroviamo i bacini olomittici, dimittici, monomittici, meromittici e, per finire, oligomittici. In Italia, troviamo principalmente bacini di origine alpina e prealpina. Il Lago Alpino, è uno specchio d’acqua abbastanza esteso e, generalmente situato ad un’altitudine elevata. Questi specchi d’acqua, occupano una cavità nata dall’erosione dei ghiacciai che, in passato coprivano le Alpi e le Prealpi. Il Lago Prealpino, invece, è di dimensioni molto estese e le sue acque riempiono valli molto profonde. I bacini di origine prealpina, spesso influiscono anche sul clima circostante, andandolo a mitigare. È proprio questa, la tipologia di lago maggiormente diffusa nel nostro paese. Un’altra tipologia di lago presente nella penisola è quella di origine tettonica: questi specchi d’acqua sono quindi nati mediante lo sprofondamento della superficie terrestre. Esistono poi bacini craterici e, come si evince dal nome stesso, sono specchi d’acqua dolce formatisi nei crateri di vulcani ormai spenti. Quando un lago è situato nelle vicinanze di una costa e l’acqua al suo interno è salmastra, si parla invece di un lago di origine costiera. In Italia, sono inoltre presenti, diversi bacini artificiali, creati perciò grazie all’intervento dell’uomo. Questi ultimi sono situati un po’ lungo tutta la penisola, dalle zone alpine a quelle appenniniche, fino alle isole. La costruzione di questi bacini artificiali ha permesso, proprio come sopracitato, di impiegare l’acqua come fonte di energia, andando così ad alimentare centrali idroelettriche. Nella nostra penisola, è possibile poi visitare antichi specchi d’acqua prosciugati. All’interno di un lago, spesso è possibile anche praticare attività sportive come nuoto, canottaggio e pesca.